Benvenuto! La versione di Microsoft Internet Explorer che stai utilizzando è inferiore alla 9 e compromette così la corretta navigazione del sito.
Segui le Ace Trippers con Chrome o Firefox... Oppure se sei prorpio affezionato a Windows Explorer... aggiorna la versione adesso.
Ti aspettiamo!

DMC: DEVIL MAY CRY

DmCIn un periodo in cui le novità nel mondo dei video games faticano a trovare dei connotati interessanti spesso le case di produzione decidono di orientare il loro lavoro verso la realizzazione di sequel o prequel di grandi titoli che sono già affermati e che quindi assicurano un certo riscontro commerciale. Questa volta è il caso di una delle saghe più famose di sempre ovvero Devil May Cry, un gioco che ha sempre brillato per il suo carisma e per la solida struttura del game play la quale ha ispirato molti titoli del genere hack and slash. Per la realizzazione del nuovo capitolo di questa serie Capcom ha affidato il compito ai ragazzi di Ninja Theory. Il buon Ted si è entusiasmato molto all’ idea di vestire i panni di un giovane Dante agli inizi della sua carriera di ammazza demoni, andiamo quindi a scoprire il suo giudizio su DMC: Devil May Cry.
DMC-Devil-May-CryIl filmato iniziale ci mostra un mondo reso schiavo dai demoni e gli esseri umani ignari di tutto sono controllati e indottrinati dai media e da bevande demoniache, il giovane Dante, figlio del demone Sparda e dell’ angelo Eva, è una presenza che può ostacolare i piani di Mundus signore dei demoni il quale decide di farlo uccidere. Dopo aver passato una notte brava Dante viene svegliato da Kat, una strana ragazza membro di un’ organizzazione segreta capeggiata da Virgil, che intende contrastare lo strapotere dei demoni sull’ umanità. Kat avvisa Dante dell’ imminente attacco di un demone cacciatore e lo esorta a seguirla, ecco quindi che inizia l’ azione con il nostro eroe che si ritrova intrappolato in un limbo dove la realtà è totalmente deformata in uno scenario apocalittico e un enorme bestione vuole ucciderlo. DMC-devil-may-cry-20022013Si nota fin da subito che i ragazzi di Ninja Theory hanno mantenuto ben salda la struttura del game play dei precedenti capitoli apportando solo qualche piccola modifica; Dante dispone di un attacco normale con la sua storica spada e un attacco che scaglia in aria i nemici, può utilizzare le sue famose pistole Ivory ed Ebony ed altre armi da fuoco che troverà durante la storia, può effettuare un doppio salto fin da subito e può schivare attacchi in vari modi. Una variante interessante consiste nell’ introduzione di due armi secondarie, una divina ed una demoniaca attivabili tenendo premuti i tasti dorsali sinistro o destro del pad, le prime che Dante troverà sono l’ Arbiter, un’ ascia molto potente ereditata dal padre Sparda e l’ Osiris una falce letale ereditata dalla madre Eva; ad un certo punto si potranno utilizzare anche due tipi rampini per aggrapparci a sporgenze o tirare pezzi di suolo verso di noi, ma questi sono utili anche per afferrare nemici un po’ come succedeva con Nero in Devil May Cry 4. Dopo aver portato a termine un po’ di capitoli si sbloccherà la modalità Devil Trigger grazie alla quale Dante potrà scatenare il potere del caos e fermare il tempo lasciando tutti i nemici sospesi in aria e vulnerabili ad ogni tipo di attacco, i colpi del giovane protagonista in questa modalità diventeranno ancora più rapidi e devastanti.
guest-controller-dmc-devil-may-cry-e3-2011-screen-1dmc e32011 screen1-copyI nemici che troveremo nella storia sono molti e si differenziano tra di loro, alcuni di essi potranno essere sconfitti solo con l’ utilizzo di armi angeliche o demoniache; Ted ha trovato favolose le battaglie contro i boss, che sono tutti molto carismatici e ucciderli ha sempre lasciato un certo senso di soddisfazione, inoltre gli scenari dei combattimenti sono particolarmente azzeccati.
Ottimo il comparto audio con musiche che spaziano dal genere Hard Rock al Dubstep, anche il doppiaggio italiano dei dialoghi è ben reso dai nostri attori. dmc-devil-may-cry-screen-9Il motore grafico svolge un ottimo lavoro, le texture dei personaggi son ben definite ed anche i paesaggi sono ben curati e dettagliati, l’ unica pecca è rappresentata dalla telecamera che ogni tanto durante le battaglie si perde e non inquadra il nemico da affrontare.
La longevità di questo gioco risulta discreta, la storia si articola in 20 missioni che si porteranno a termine nel giro di 9 – 10 ore circa, buona la rigiocabilità con molti livelli di difficoltà e nuove skin da sbloccare.
Il caro Ted ritiene che il gioco sia un pezzo da collezione ben riuscito che non dovrebbe mancare agli appassionati di questa saga.

 

Chiudiamo questa recensione con i VOTI del nostro game Tester Ted:

DmC-Devil-May-Cry-Dante-poseGame play = 8,5
Grafica = 8,5
Longevità = 7
Audio = 7,5

 

 

  

 

 

 

adventure icon

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS FeedPinterest